Richiedi offerta dal al

Il Castello di Rovereto

A nord del Lago di Garda, su una roccia lungo le sponde del fiume Leno, si erge il castello medioevale di Rovereto, oggi sede del Museo Storico Italiano della Guerra.

Il Castello è un’imponente costruzione militare che nel corso degli anni passò in mano a varie dominazioni e subì varie modifiche e rifacimenti.

Il primo nucleo del Castello, risale al 14° Secolo e fu costruito dai Castelbarco come presidio del loro podere in Val Lagarina. Nel Quattrocento il Castello passò in mano ai veneziani che lo modificarono cambiando la pianta in poligonale e costruendo quattro possenti bastioni angolari. Nel 1509, dopo che Rovereto fu conquistata dagli Asburgo il castello passò in mano austriaca e cadde in abbandono. Durante la Prima Guerra Mondiale fu utilizzato come caserma e prigione.

Dal 1921 il castello ospita il Museo Storico Italiano della Guerra. Circa 30 le camere offrono una vasta superficie espositiva dove si possono ammirare armi del periodo dei Goti e dei carolingi, fino ad arrivare alla Prima Guerra Mondiale. Numerose le sale dedicate alla memoria di eroi e luoghi bellici.

Fino al 1961 ha custodito anche la famosa Maria Dolens, la Campana dei Caduti, la più grande campana del mondo ancora funzionante che oggi si trova sul colle di Miravalle. Presso il museo è visibile oggi il modello originale in gesso.