Richiedi offerta dal al

MUSE – Museo delle Scienze di Trento

Il nuovo MUSE è un gioiello architettonico progettato e realizzato dallo studio Renzo Piano Building Workshop che ha curato anche la direzione artistica dell’allestimento. Il suo avveniristico profilo richiama le montagne circostanti, e la stessa organizzazione del percorso di visita che si snoda su più piani è una sorta di metafora dell’ambiente montano.

Il MUSE si inserisce all’interno ad un vasto progetto di riqualificazione urbana di un area a ridosso dal centro urbano, un tempo occupata dalla fabbrica Michelin e abbandonata dal 1999. Nel nuovo quartiere sono sorti negozi, uffici e funzioni residenziali, di cui il MUSE, immerso in un parco che si tende verso il fiume, ne rappresenta il polo culturale.

Le tecniche costruttive perseguono la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico con un ampio e diversificato ricorso alle fonti rinnovabili e ai sistemi ad alta efficienza.
Grazie alla collaborazione con il Distretto Tecnologico Trentino, il progetto dell’edificio è stato sottoposto alle  procedure per il raggiungimento della certificazione LEED. Il livello di certificazione LEED ottenuto dal Museo è il GOLD.

Il percorso

Un nuovo museo e una nuova modalità di confrontarsi col pubblico: exhibit multimediali, giochi interattivi e stimoli virtuali e reali per sperimentare la scienza attraverso i sensi. Il percorso si sviluppa dall’alto in basso, dalle vette delle montagne alpine fino all’origine della Terra, conducendo il visitatore a immergersi negli ambienti più diversi,  un ghiacciaio delle alpi e un bosco interattivo, una serra tropicale e le montagne dolomitiche, accompagnandolo a scoprire la conservazione della natura e le tecnologie per uno sviluppo sostenibile.

Tra i punti di forza del nuovo MUSE di Trento, oltre alla mostra dedicata ai dinosauri, la serra tropicale - una green house dove far crescere e proteggere una foresta pluviale – il Maxi Ooh! spazio unico a misura di piccolissimi dove imparare sperimentando con i sensi (aperto dalla tarda primavera) e il FabLab, l’officina di fabbricazione digitale dove dare forma alle proprie idee.

I numeri

Il museo dispone di 12.000 mq complessivi (3700 dedicati alle mostre permanenti, 500 mq alle mostre temporanee, 600 alla sola serra) e si sviluppa in sette piani di altezza, per una lunghezza di 130 m e una larghezza massima di 35 m.

La storia

Nato dall’esperienza pluridecennale del Museo Tridentino di Scienze Naturali, nel corso degli anni si è ampliato, inglobando altre strutture della provincia di Trento come il Giardino botanico alpino e la Terrazza delle stelle, sul Monte Bondone, il Museo delle Palafitte del lago di Ledro, il Museo dell'aeronautica Gianni Caproni, il Museo geologico delle Dolomiti a Predazzo e la Stazione limnologica del Lago di Tovel. Dal 2006, inoltre, il museo istituisce in Tanzania il Centro di monitoraggio ecologico ed educazione ambientale dei monti Udzungwa, che si trova all’interno dell’omonimo parco nazionale.
 
Sul sito del museo potrete trovare tutte le informazioni su orari, prezzi, mostre e iniziative promosse dal MUSE: www.muse.it.

Ti può interessare anche