Richiedi offerta dal al

Coronavirus: la situazione al Lago di Garda

L’estate è arrivata e tutte le regioni in Italia sono zone bianche. La maggior parte delle restrizioni sono state eliminate ed è di nuovo possibile muoversi liberamente. Quasi tutte le strutture ricreative, di vacanza e culturali hanno ripreso la loro attività nel rispetto delle norme di sicurezza.

Quali regole generali devono ancora essere osservate?

  • Tutti devono comunque attenersi alle regole ormai note per quanto riguarda lavarsi e disinfettarsi le mani, mantenere la distanza di sicurezza, ecc.
  • All’aperto non c’è più l’obbligo d'indossare la mascherina, però è necessario portare una mascherina sempre con sé. Deve essere indossata quando non può essere mantenuta la distanza minima e in caso di assembramenti di persone.
  • Le mascherine sono ancora obbligatorie al chiuso (eccetto nelle abitazioni private).
  • I bambini sotto i 6 anni di età e le persone che non possono indossare la mascherina per motivi di salute sono esenti dall'obbligo,come anche chi pratica sport.

Cosa si deve considerare per i viaggi al Lago di Garda?

  • L'ingresso in Italia dai paesi dell'UE e dell'area Schengen è consentito senza quarantena. Solo chi fa ingresso dalla Gran Bretagna e dall’Irlanda del Nord deve fare una quarantena di cinque giorni.
  • È ancora necessaria la registrazione del viaggio tramite il Passenger Locator Form.
  • Tuttavia, il Green Pass facilita i viaggi all’interno dell’UE. Il certificato COVID valido in tutta Europa viene rilasciato alle persone vaccinate (valido a partire da 14 giorni dopo un ciclo di vaccinazione completo), per chi ha fatto un test negativo (PCR o antigenico valido per 48 ore) e per chi è guarito dal COVID (valido per 6 mesi dopo il primo test positivo).
  • I bambini sotto i 6 anni sono esentati dai requisiti di test e di quarantena.
  • Anche il rientro in numerosi paesi è possibile senza restrizioni. Ci raccomandiamo di osservare i regolamenti del vostro paese d'origine.

Ulteriori informazioni

Numeri utili

  • Linea diretta gratuita del Ministero della Salute: 1500
  • Per chi chiama dall’estero ci sono i numeri a pagamento +39 023 200 8345 e +39 028 390 5385
  • Numeri verdi delle regioni: Provincia di Trento 800 867 388 (tutti i giorni dalle 8:00 alle 20:00), Lombardia 800 894 545 e Veneto 800 462 340

Aggiornato: 05/07/2021

Strutture corrispondenti

Anche questo può essere interessante

Luogo
Tema
Sottotema
Nessun dato disponibile